Libera

LiberaIl Presidio Annamaria Torno è nato ufficialmente a giugno 2014 in seguito ad un ciclo di incontri organizzati da Libera Ivrea sul tema della partecipazione sociale. Esso è costituito da un gruppo di giovani ragazzi (dai 15 ai 21 anni) che ha deciso di intraprendere un impegno politico e sociale nel mondo di Libera. In seguito alla vicenda della giovane a cui è dedicato il presidio, bracciante morta a 18 anni, vittima del caporalato pugliese, sono stati scelti come principali temi di interesse e approfondimento il caporalato e la mafia pugliese, ma anche fenomeni più che attuali come lo sfruttamento lavorativo e l’immigrazione.

Appuntamenti:

La mafia spiegata ai bambini