Licia Maglietta

licia_magliettaLicia Maglietta, attrice polivalente, si è occupata di teatro, danza e cinema. Dopo essersi laureata in architettura, e dopo esperienze filodrammatiche (al Centro Culturale Giovanile di Napoli il suo esordio ne Gli Orazi e i Curiazi di B. Brecht, regia di Amedeo Forte,1974), ha incominciato la sua carriera teatrale nel gruppo Falso Movimento passando poi in quello dei Teatri Uniti. Lavora con Carlo Cecchi che la dirige in La locandiera (1993) e Leonce e Lena (1994), per poi passare ad interpretare uno spettacolo tutto suo, Delirio amoroso (1995), nato dall’incontro con la poetessa Alda Merini. Lo spettacolo è un monologo sulla vita della poetessa, donna marchiata dall’esperienza del manicomio, ed è una delle prove più significative dell’attrice napoletana. In seguito interpreta Caligola (1997) con la regia di Elio De Capitani. Negli anni novanta passa al cinema interpretando diversi film: Nella città barocca (1985), Morte di un matematico napoletano (1992), Rasoi (1993). Il successo le arriva prima con L’amore molesto (1995) diretto da Mario Martone, Rumori di fondo di Claudio Camarca (1996) e Le acrobate di Silvio Soldini (1997). Proprio con Silvio Soldini ha il maggior successo della sua carriera con Pane e tulipani (1999) con il quale vince nel 2000 il premio David di Donatello come miglior attrice protagonista. Dopo aver interpretato alcuni film per la tv, torna al cinema con i film Luna rossa (2001) di Antonio Capuano, Agata e la tempesta (2003) di nuovo diretto da Silvio Soldini e Nel mio amore (2004) di Susanna Tamaro. Nel 2007 la vediamo nuovamente in tv con il film in pillole Viaggio in Italia – Una favola vera assieme ad Antonio Catania, col quale aveva già lavorato in Pane e Tulipani. Nel 2013 recita nella serie tv In Treatment diretta da Saverio Costanzo nel ruolo di Anna, il supervisore dello psichiatra Giovanni Mari, interpretato da Sergio Castellitto.

Appuntamenti: